3 parole per il 2018

Vorrei dire che ho sempre fatto così ma non sarebbe vero. Per venti anni buoni, anche da adolescente, sono stato uno di quelli che scrivono

Ciò che speri ti porti l’anno nuovo…era qui ed ora

Mancano ore. Sgoccioli di fine anno. Una candela, che si sta consumando, verrà rimpiazzata e poi toccherà ancora a lei sciogliersi sino alla fine. Fantastico meravigliarsi per un processo che va avanti da miliardi di anni! Come se strabuzzassimo gli occhi, e forse dovremmo farlo, quando dopo la mattina cala la sera, e poi quando sorge ancora il sole.

Ti piace? Compralo…cioè pagalo

Una volta hanno chiesto a Thuy Yau, scrittrice di talento ed abbastanza conosciuta, come facesse a portare avanti la sua carriera e seguire i suoi tre bambini.
“Con un sacco di caffè” ha risposto.

Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna, dividere i compiti e impartire ordini, ma racconta loro una storia che gli insegni la nostalgia per il mare vasto e infinito. 

Antoine de Saint-Exupéry